SI APRE O NON SI APRE?

Una scelta difficile

Con la pubblicazione del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio del 2 marzo, si apre la possibilità di apertura delle sale cinematografiche e dei teatri dal 27 marzo,

Se dal punto di vista delle misure tecniche richieste per contenere la pandemia siamo già pronti perché per l’apertura della scorsa estate avevamo già attrezzato i condizionatori affinché cambino l’aria in sala completamente in circa 28 minuti (quindi 2 cambi completi all’ora), avevamo già installato sistemi di depurazione dell’aria e i dispenser di gel e dotato le sale di paratie di separazione per le poltrone. Per contro, però, sussistono forti limitazioni (che riteniamo giuste per la salute di tutti) che ci faranno prendere una decisione nei prossimi giorni per decidere la modalità dell’eventuale apertura.

Tutti i film più importanti sono annunciati per l’estate e l’autunno, evidentemente nella speranza che i vaccini ci possano portare verso la normalità. Vediamo cosa offrirà il mercato e vediamo, in tutta sincerità, come evolverà la situazione da qui al 27 marzo.

Bette Davis

Aspettiamo e vediamo anche – e più di tutto – come si evolverà la situazione sanitaria perché al momento i segnali non sono certamente positivi.

(Immagine di copertina: Tom Hanks, David Cross e Bob Odenkirk in The Post – 2017)

Scroll Up